Chi Siamo - Olvidado Photo Studio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Chi Siamo


VITTORIO MATRISCIANO: Da piccolo amavo giocare con i rullini e con  le macchine fotografiche nel negozio di ottica di mia madre: I rullini erano i soldatini e le macchine fotografiche erano i carri armati; Fu così che mio padre, a soli 5 anni, mi regalò la mia prima Polaroid e mi insegnò ad usarla: era un gioco che mi faceva sentire grande, ricordo ancora l'emozione che provavo nell'attendere che quel foglietto prendesse colore!
A 12 anni, insieme ad una Canon AE1, arrivò anche  la mia prima mostra fotografica scolastica: Reportage sul lavoro artigianale nel hinterland napoletano.

Da allora ne è passato di tempo, ho perfezionato la mia passione seguendo un corso di fotografia al  IED di Cagliari...sono passato dall'analogico al digitale, dalla 6x6 alla 5D, dal rullino alle schede di memoria, ma l'emozione che provo quando mi accorgo di aver fermato il tempo, resta sempre la stessa!

 

GABRIELLA NUGNES, Architetto: Nonostante gli studi accademici, non ho mai abbandonato l'amore per la fotografia, iniziato quando ero ancora bambina, al fianco di mio padre,  fotografo per passione, che si dilettava nello sviluppo amatoriale. Era l'epoca dell'analogico, dei rullini e del bianco e nero, ed ogni fotografia era pensata e studiata nei minimi dettagli...se ci penso ho ancora in testa l'odore di tutti gli acidi per lo sviluppo e il rito della camera oscura: La lampadina rossa, le vaschette, le pinze ...e quei fogli bianchi che come per magia si riempivano di luci e di ombre!



OLVIDADO PHOTO STUDIO è frutto dalla nostra passione per la fotografia.
Vivendo in una città come Napoli, dove i drammi e le commedie quotidiane vengono accentuati e vissuti in modo totalmente unico, iniziammo col fotografare le scene di vita quotidiana della città, delle persone e dei luoghi " dimenticati" dai più, e mettemmo insieme le immagini più significative in una raccolta denominata "Olvidado", traduzione Spagnola di "dimenticato"; la scelta non fu casuale: volevamo riportare alla luce la natura spagnola della nostra città, anch'essa dimenticata.

Nel 2008 nacque Olvidado Photographers,  spagnolo e inglese fusi insieme, proprio come son fuse le diverse culture che creano Napoli, e sotto questo nome iniziammo a firmare i reportage per i giornali e i servizi pubblicitari; nel 2012 decidemmo di ampliare i nostri orizzonti con una sede fisica, dove poter ricevere la nostra clientela, e inaugurammo "Olvidado Photo Studio".

Olvidado è ricerca: le vecchie tecniche fotografiche vengono asservite al digitale. Crediamo che oggi giorno, con l’uso massivo di Photoshop, la fotografia si è trasformata in mera foto manipolazione, noi usiamo sviluppare i nostri negativi digitali, come se stessimo sviluppando un rullino, nessuna foto manipolazione, ma solo la piccola correzione del contrasto, l’esposizione e la tonalità del colore, la fotografia è realmente pensata prima dello scatto e non dopo.  

..."Un oggetto o un corpo dall’aspetto comune, se osservati con vera attenzione, si trasformano in qualcosa di sacro.
La macchina fotografica può rivelare i segreti che l’occhio nudo o la mente non colgono , sparisce tutto tranne quello che viene messo a fuoco con l’obiettivo. La fotografia è un esercizio d’osservazione e il risultato è sempre un colpo di fortuna: tra le migliaia di negativi che riempiono diversi cassetti del mio studio quelli eccezionali sono veramente pochi. La macchina fotografica è uno strumento semplice, anche il più stupido può usarla, la sfida consiste nel creare attraverso di essa quella combinazione tra verità e bellezza chiamata arte. E’ una ricerca soprattutto spirituale.
Cerco verità e bellezza nella trasparenza d’una foglia d’autunno, nella forma perfetta di una chiocciola sulla spiaggia, nella curva d’una schiena femminile, nella consistenza d’un vecchio tronco d’albero e anche in altre sfuggenti forme della realtà. Alcune volte, mentre lavoro su un’immagine nella mia camera oscura, fa la sua comparsa l’anima di una persona, l’emozione di un evento o l’essenza vitale di un oggetto, e allora il cuore mi trabocca di felicità e libero il pianto, non riesco a farne a meno...(da "Ritratto in seppia" di Isabel Allende)

Questa è un pò la nostra filosofia, perfettamente incarnata in quello che è il nostro nome, per tutti quegli istanti di vita che inevitabilmente perdiamo e che non tornano...noi li immortaliamo nei nostri scatti!!

Attualmente siamo Artisti della grande famiglia di VOGUE italia nel circuito art+commerce di Vogue e abbiamo stretto collaborazioni con un agenzie di video comunicazioni, con quotidiani, con copywriter, hair stylist, truccatori cinematografici, wedding planner e tanto altro...Venite a trovarci, saremo lieti di soddisfare tutte le vostre esigenze.

Torna ai contenuti | Torna al menu